La Terapia Breve Strategica è un modello di intervento innovativo, che si differenzia completamente da tutti gli altri approcci psicoterapici.

A chi è rivolta: è indicata in primo luogo per tutti i disturbi psicologici fortemente impedenti, ovvero caratterizzati da una sintomatologia acuta quali:

Disturbi d’ansia: attacchi di panico (con o senza agorafobia), fobie, ossessioni, compulsioni, disturbo post traumatico da stress, ipocondria.

Disturbi sessuali (maschili e femminili)

Depressione

Disordini del comportamento alimentare (anoressia nervosa, bulimia, vomiting).
 

Il “problem solving strategico” è uno strumento estremamente flessibile e si applica, quindi altrettanto bene a:

Problemi relazionali: di coppia, familiari, nell’ambito lavorativo o sociale.

Disturbi dell’infanzia e adolescenza

Disturbi legati all’abuso di internet (shopping compulsivo in rete, chat dipendenza, scommesse in rete).

  • E’ un intervento terapeutico breve e focale orientato all’estinzione dei disturbi presentati dal paziente: un intervento, che si concentra su un obiettivo concreto di cambiamento, concordato congiuntamente tra paziente e terapeuta.
  • Non consiste in una terapia superficiale e sintomatica, ma è un intervento radicale in quanto, oltre alla soluzione del sintomo, mira a modificare la rappresentazione che il paziente ha del proprio problema.
  • È efficace: il cambiamento che si verifica è duraturo, poiché non si presentano ricadute rispetto al problema presentato. Studi condotti, seguendo i parametri internazionali per la valutazione dell’efficacia e dell’efficienza delle psicoterapie, su un campione di 3.640 casi trattati, mostrano che ben l’86% con punte del 95% dei casi è stato risolto in meno di 10 sedute.

I risultati ottenuti mediante trattamenti basati su interventi strategici ben costruiti, hanno dimostrato come sia possibile risolvere in maniera effettiva ed in tempi brevi molti problemi di ordine psicologico.

L’applicazione del modello strategico ha dimostrato come l’efficacia (la risoluzione del problema) possa essere accompagnata dall’efficienza  (risoluzione in tempi brevi) in numerosi casi, come ad esempio:

  • Paure specifiche o ansie generalizzate che possono riguardare il trovarsi in spazi aperti, o in spazi chiusi (come per esempio l’ascensore, le file al supermercato, in autostrada) , o in luoghi alti, oppure paure per piccioni, siringhe, malattie. In alcuni casi l’ansia diventa vera e propria paura con la sensazione di perdere il controllo o addirittura di morire.
  • Fissazioni e ossessioni che possono riguardare il controllo delle proprie azioni (tipico della persona che controlla e ricontrolla tutto ciò che fa), o il controllo di ogni mossa del proprio partner, fino a diventare veri e propri investigatori.
  • Comportamenti ripetitivi, come ad esempio il lavarsi più volte le mani, riordinare, ricontrollare, oppure azioni mentali (contare, ripetere mentalmente determinate parole) che la persona si sente obbligata a mettere in atto per ridurre una sensazione di disagio, per prevenire un evento temuto, o per riparare ad una qualche colpa o responsabilità.
  • Manie come ad esempio quella di essere perseguitati o un’eccessiva sospettosità e diffidenza nei confronti degli altri.
  • Depressione nelle sue varie forme e manifestazioni.
  • Disturbi che riguardano l’alimentazione: i disturbi delle persone che si astengono dal mangiare o che mangiano pochissimo, generalmente solo alcuni cibi, oppure delle persone che si abbuffano ripetutamente, o ,in altri casi, delle persone che si abbuffano e vomitano.
  • Problemi dell’infanzia e dell’adolescenza, in particolare, stati ansiosi e del comportamento ( iperattività, opposività, provocazione, ecc.).
  • Problemi relazionali di coppia e problemi legati alla sessualità.
  • Psicopatologie legate all’uso e abuso di Internet come ad esempio la dipendenza dalla Rete, dal sovraccarico di informazioni, lo shopping compulsivo in Rete, le scommesse, il gioco d’azzardo, la dipendenza da chat o da cybersesso.

Dagli studi condotti e pubblicati, “Brief Strategic Therapy” (Nardone G., Watzlawick P., Rowman & Littlefield Publishers Inc, MD, USA, 2004) seguendo i parametri internazionali per la valutazione della efficacia ed efficienza delle psicoterapie, dal gruppo di ricerca del Centro di Terapia Strategica di Arezzo (che comprende 114 centri affiliati in tutta Europa) nell’arco di 10 anni su un campione di 3.640 casi trattati, comprendente le varie patologie psicologiche,  ben 86% con punte del 95% dei casi è stato risolto, (ovvero con il completo superamento del disagio presentato dal paziente), mediante un trattamento di durata media pari a sole 7 sedute.  

Tutto questo senza l’uso di alcun tipo di farmaci.
 

Risultati di Efficacia ed Efficienza nella cura dei seguenti disturbi:

Disturbi d'ansia  (nel 95% dei casi)

  • disturbo da attacchi di panico con e senza  agorafobia
  • disturbo d'ansia generalizzato
  • fobia sociale
  • disturbo post-traumatico da stress
  • fobie specifiche

Fissazioni e ossessioni (nel 89% dei casi)

  • ossessioni
  • compulsioni
  • disturbi somatoformi (ipocondria, dismorfofobia, ecc..)

Disordini alimentari (nel 83% dei casi)

  • Anoressia
  • Bulimia
  • Vomiting
  • Binge Eating

Disturbi sessuali (nel 91% dei casi)

  • difficoltà di erezione
  • eiaculazione precoce
  • vaginismo e dispaurenia
  • disturbi del desiderio 

Depressione (nel 82% dei casi)

  • nelle sue varie forme 

Problemi relazionali nei diversi contesti (nel 82% dei casi)

  • coppia, famiglia,
  • lavoro, sociale

Problemi dell'infanzia e dell'adolescenza (nel 82% dei casi)

  • disturbo da deficit dell'attenzione con iperattività,
  • disturbo oppositivo-provocatorio,
  • mutismo selettivo,
  • disturbo da evitamento,
  • ansia da prestazione,
  • fobia scolare
  • disturbo da isolamento

Disturbi legati all'abuso di Internet (nel 80% dei casi)

  • la information overloading addiction: quando le informazioni non bastano mai
  • lo shopping compulsivo in Rete
  • on-line gambling: le scommesse in rete
  • il trading on-line compulsivo
  • la chat  dipendenza
  • la dipendenza da cybersesso.

 

(dati disponibili Centro di Terapia Strategica di Arezzo)